L’altra metà… del vino!

Sono sempre di più le donne che consumano e suggeriscono il vino

Negli Stati Uniti le donne consumano più vino degli uomini. Questo è un dato di fatto. In Italia la quantità di vino bevuta dalle donne si attesta all’incirca alla metà di quella bevuta dagli uomini, ma in alcuni casi si avvicina molto. In particolar modo nel consumo di vino biologico o di vino rosè in generale il “gentil sesso” non spreca una goccia (è proprio il caso di dirlo!).

E questo dato ci fa piacere, perché siamo convinti che le donne riescano meglio degli uomini a cogliere i profumi e gli aromi del vino, ad apprezzarne le qualità; esse, inoltre, scelgono il proprio vino con maggiore cura e sanno suggerire i giusti abbinamenti (sono molte le donne sommelier, ad esempio).

Ma ci sono altre informazioni che denotano questo forte interessamento delle donne nel vino. Gli acquisti di vino da parte delle donne nel mondo sono maggioritari: 83% negli USA, 80% nel Regno Unito, 70% in Francia, 60% in Svizzera, 57% in Australia. Anche perché in questa parte del mondo gli uomini acquistano e bevono principalmente birra

Inoltre le donne scelgono con maggiore consapevolezza, valutando la varietà e la regione di origine oltre che l’abbinamento con il cibo. Un quinto di loro ha anche una buona conoscenza dei vini. Per gli uomini contano invece di più l’etichetta e il prezzo

Inoltre, come abbiamo già accennato, anche da un punto di vista tecnico le donne stanno prendendo buone “quote di mercato”. Infatti le enologhe sono il 33% in Francia e il 50% in Spagna, mentre le donne Sommelier sono l’80% in Svezia, in Russia e Giappone, e il 40% in Italia; le viticoltrici sono il 28% in Francia e il 30% in Italia

Questi dati sono presi da un’indagine condotta dal famoso blog internazionale pluripremiato http://socialvignerons.com (in questo articolo in particolare http://socialvignerons.com/2016/12/08/10-most-factually-incorrect-cliches-about-women-wine/) e dimostrano come le donne hanno le idee chiare anche in termini di scelta delle etichette e non acquistano mai un vino a caso.

La vicinanza delle donne al mondo del vino lo stiamo notando anche nella nostra cantina e tra i nostri clienti. Sono sempre di più i ristoranti dove a decidere la carta dei vini è una donna e sempre donne sono le persone che suggeriscono il vino giusto nelle enoteche e wine bar.

Insomma, più che un fenomeno del momento, si tratta di vera e propria realtà in forte crescita anche in Italia.

E allora… che sia porte (o meglio, cantine) sempre più aperte “all’altra metà del cielo”